giovedì 1 marzo 2018

10 CONSIGLI PER RICONOSCERE IL PESCE FRESCO


Quante volte avete chiesto se il pesce fosse fresco al pescivendolo o seduti al ristorante, l’avete odorato prima di assaggiarlo?



Più che importante è saperlo riconoscere sin da subito, sia quando lo comprate per voi, sia quando lo gustate al ristorante, non solo per capire se e quando mangiate bene o male, ma anche per evitare pericolose conseguenze per la salute.

Vediamo i dieci più comuni metodi per capire se il pesce è fresco:

1. Profuma di mare
Il pesce fresco è sempre profumato di mare e salsedine. L’odore è il primo indizio sulla sua freschezza. Se sentite un odore poco gradevole, che sa magari di ammoniaca, sostanza purtroppo spesso usata per disinfettare il pesce e ritardarne la putrefazione, scappate prima di cominciare a mangiare.

2. Colore brillante
Il pesce fresco è brillante, mai monocromatico e con sfumature verdastre bluastre che cambiano con la luce.

3. Occhio vivo e pupilla nera
Gli occhi dei pesci freschi non mentono. Devono essere ancora gonfi, uscendo leggermente dal bulbo oculare e con la pupilla nera. Evitate i pesci con occhi spenti e con la pupilla grigia.

4. Corpo lucido e scivoloso
Il pesce fresco è avvolto da muco cutaneo lucido che rende la sua pelle cangiante alla luce. Il pesce non fresco è invece opaco. Anche per questo il pesce fresco è scivoloso tra le mani.

5. Rigido e compatto
Prendendo il pesce in mano dovete sentire il suo corpo rigido. Regola chiaramente non valida per i pesci di natura non rigida come seppie, polipi e calamari.

6. Il fegato pieno di cibo
Il pescato fresco si capisce dalla presenza nel fegato di cibo, come ad esempio altri pesci, ed è di colore scuro. Se invece si tratta di pesci di allevamento che sono tenuti a digiuno da un giorno, uscirà un liquido giallastro dato dai mangimi.

7. Lisca che non si stacca subito e carne soda
La carne del pesce fresco è soda e si stacca a stento dalla lisca centrale.

8. Branchie colore rosso vivo
I pesci freschi hanno branchie sono rosso vivo e un odore salmastro perché ancora impregnate di acqua marina.

9. Rilascia molti liquidi nell’acqua di cottura
Il pesce fresco deve rilasciare molti liquidi in cottura. Se sono troppo asciutti sono un indizio spiacevole.

10. Evitate le offerte
Nessuno regala del buon pesce fresco. Se c’è un’offerta troppo vantaggiosa il pesce è da smaltire, fatevi qualche domanda.

Questi sono tutti accorgimenti che ogni giorno un ottimo ristorante come 'a Fenestella conosce bene e applica sempre per garantire il massimo della freschezza e qualità della sua principale materia prima.

Nessun commento:

Posta un commento

Gli scampi. Crostacei pregiati e gustosi.

Voglia di scampi ? Crostacei simili agli astici, sono pregiati, deliziosi e ottimi per essere gustati da soli o come primo piatto. ...